Quali sono i migliori terminali POS contactless?

Diego Katzman

Autore Diego Katzman
Pubblicato 02/03/2021 · 3 min leggere

Sicuramente hai già sentito parlare di carte Contactless e POS Contactless in più di un'occasione. Potresti anche averli già utilizzati in più di una struttura. Con la pandemia, i pagamenti POS senza contatto sono i più richiesti. Lavorano con una tecnologia di comunicazione che rende possibili i pagamenti senza contatto. Tutto quello che devi fare è avvicinare la tua carta al terminale POS e il gioco è fatto! Viene fatto senza dover inserire manualmente la carta.

Ma quali sono i migliori terminali POS contactless?

3 Terminali POS senza contatto che troverai sul mercato

Al giorno d'oggi, avere un POS è quasi un must. Il cambiamento delle abitudini rende sempre più necessaria la sua presenza sia nei business offline che in quello online.

Ti illustriamo alcuni dei terminali POS più utilizzati oggi. In questo post troverai i migliori POS senza contatto da utilizzare nel tuo business nel 2021:

  • POS virtuale.

    Permette all'e-commerce di accettare pagamenti dai consumatori attraverso carte di credito o di debito. Tra le sue caratteristiche principali ci sono: operazioni attraverso piattaforme come gateway di pagamento, massima sicurezza e intermediazione tra e-Commerce e cliente. Questo tipo di POS permette al cliente online di acquistare in modo facile, veloce e sicuro, accettare pagamenti con un gran numero di carte e riceverli istantaneamente. Inoltre, il rischio di mancato pagamento è molto più basso.

  • SMS con link di pagamento.

    Può essere considerato un altro tipo di POS senza contatto. L'SMS viene utilizzato per inviarlo al nostro telefono e concludere l'acquisto. Alla fine dell'acquisto, riceveremo un payment link (link di pagamento) al telefono che ci indirizzerà al POS virtuale per effettuare il pagamento.

  • Datafono e altri dispositivi fisici per i punti vendita.

    Possono anche essere senza contatto. Li troverai in alcuni esercizi commerciali e ti permettono di pagare con carte di credito o di debito.

La presenza di POS virtuali sta diventando sempre più comune, non solo tra le aziende fintech che forniscono metodi di pagamento, ma anche negli istituti bancari tradizionali. È un sintomo dell'evoluzione e della trasformazione digitale che il settore bancario sta subendo in tutto il mondo. Per darti un'idea, in Spagna, per esempio, troviamo il POS virtuale PayXpress - il nostro marchio di POS in PayXpert - e quello di altri processori di pagamento, e quelli di banche come BBVA, Bankia, ING Direct, Banco Sabadell e Banco Santander, tra gli altri, stanno iniziando ad avere una presenza.

 

La Fintech conquista le nuove generazioni

I terminali POS senza contatto possono essere considerati parte della rivoluzione tecnologica nel settore finanziario. Il concetto di 'fintech' è emerso negli anni 90 come parte di un progetto incentrato sull'offerta di servizi finanziari attraverso la tecnologia, ed è già diventato una rivoluzione.

Migliaia di aziende utilizzano queste tecnologie per semplificare i processi di pagamento dei loro clienti e offrire un servizio di qualità superiore. I gateway di pagamento, i POS senza contatto e i pagamenti invisibili sono parte di questo processo e sembra che siano le nuove generazioni di millennials e centennials a rispondere con maggiore interesse a questi progressi. Non solo in Italia, ma anche in altri paesi del mondo, come il Regno Unito.

Secondo il giornale Expansión, "a Londra, sta diventando raro vedere un millennial pagare un flat white, il caffè di tendenza in città, con la carta di una banca tradizionale come Santander, HSBC o Lloyd. Ed è sufficiente prestare un po' di attenzione in qualsiasi caffè per vedere che i giovani usano carte di banche sconosciute (ai loro genitori), come Revolut, Monzo, Atom o Starling".

Fanno parte del tessuto digitale che si è sviluppato negli ultimi anni. OakNorth, N26, Monzo e Atom sono nomi digitali sempre più conosciuti. Ma come si comportano queste generazioni in questo nuovo ambiente?

Ecco alcune conclusioni curiose:

  • La gamma di opzioni per effettuare pagamenti sta diventando sempre più ampia. Non solo dal punto di vista delle carte di credito e di debito, ma anche del pagamento mobile stesso.
  • I pagamenti invisibili sono un'opzione naturale e inerente alle nuove generazioni.
  • Di conseguenza, sempre più commercianti stanno scommettendo su POS e pagamenti mobili, solo così sono in grado di garantire l'attrazione di potenziali clienti e procedere al passo con la società.
  • "Il 65% dei consumatori della tecnologia contactless appartengono alla cosiddetta Generazione Z (quelli nati tra il 1994 e il 2010) che la considerano essenziale nel commercio e, insieme ai millennial, mostrano la loro soddisfazione per il pagamento contactless." (ABC)
  • In alcuni esercizi potresti non trovare POS, dato che preferiscono evitare le commissioni imposte dagli intermediari. Per questo motivo, la Cina ha già iniziato a permettere pagamenti mobili che vanno ben oltre quello che spesso vediamo in altre parti del mondo. Per esempio, i pagamenti tramite codici QR. È comune trovarlo in qualsiasi tipo di esercizio, anche nei taxi.

Hai qualche dubbio? Pensi che abbiamo dimenticato qualcosa? Parlacene.

 

L'evoluzione dei pagamenti senza contatto in Europa

I pagamenti senza contatto si sono consolidati in Italia nel 2015, ma è stato tra il 2012 e il 2013 quando il boom delle transazioni senza contatto delle carte MasterCard, tra le altre, è stato previsto in Europa. Gradualmente, paesi come la Finlandia, l'Irlanda o i Paesi Bassi, tra gli altri, si sarebbero uniti.

Nella Repubblica Ceca c'è stata una massiccia diffusione del Contactless grazie alle campagne di marketing. La Germania vivrà una grande crescita segnata dalla collaborazione di MasterCard con Telefónica, Vodafone, Deutschland, Deutsche Telekom e Trevica. Unirà anche le forze con Weve per sostenere l'espansione nel Regno Unito.

In Russia, questa crescita sarebbe in gran parte guidata dall'uso e dalla proliferazione della tecnologia Contactless nel trasporto pubblico. Nel 2014, "tutti gli utenti della carta ING saranno in grado di effettuare pagamenti senza contatto con le loro carte Maestro" nei Paesi Bassi.

In generale, gran parte dell'Europa ha visto uno straordinario progresso nei pagamenti senza contatto negli ultimi 10 anni. Non è un colpo di fortuna. Non è una magia. È la trasformazione digitale.

Che tipo di POS vorresti utilizzare nella tua attività? Hai dei dubbi su come funziona questa tecnologia? Quali metodi di pagamento offri ai tuoi clienti? Parlaci di tutti i tuoi dubbi, possiamo risolverli insieme e senza impegno.

Pinterest LinkedIn
Guide practica (IT)
Nueva llamada a la acción

Cerca

    Categorie

    Vedi tutti