Il turismo tornerà alle cifre precedenti al 2020 - sei pronto?

Amaia Rodriguez Rementeria

Autore Amaia Rodriguez Rementeria
Pubblicato 14/04/2022 · 3 min leggere

Come affrontare la ripresa del settore turistico con la fintech

Anche se ci sono diverse previsioni riguardo alla ripresa del settore del turismo e dell'ospitalità, tutte arrivano (prima o poi) alla stessa conclusione: i turisti stanno tornando a visitare il nostro paese, e le cifre alla fine raggiungeranno i valori pre-2020. Come facciamo a saperlo? In questo post ti portiamo il riassunto delle previsioni delle tre principali società finanziarie del mondo per quanto riguarda la ripresa del settore del turismo e dell'ospitalità. Hai un'attività di ospitalità? Un hotel? Un ristorante? Un'azienda di trasporti? Sei preparato ad affrontare questo aumento delle vendite in modo ottimale?

American Express prevede una crescita lenta ma costante

American Express, da parte sua, ha già pubblicato nell'ultimo anno finanziario del 2021 che i profitti del settore turistico hanno gestito cifre superiori ai dodici miliardi di dollari, che rappresentano una crescita del 31% rispetto allo stesso anno finanziario del 2020. Anche con queste cifre positive, è l'azienda statunitense che sta adottando un atteggiamento più cauto. Secondo il CEO e presidente dell'azienda, Steve Squeri, "stiamo vivendo un momento di "grande slancio" per l'industria dei viaggi nel 2022, a livello globale".

"Ci aspettiamo che sia i consumatori che le piccole e medie imprese guidino il settore dei viaggi e dell'intrattenimento alla piena ripresa entro la fine del 2022", dice Jeff Campbell, direttore finanziario del titano finanziario. "La ripresa economica delle vendite internazionali sarà l'ultima a manifestarsi. Contavamo già sul fatto che le spese di viaggio e di intrattenimento sarebbero state le ultime a tornare alla normalità. Ecco perché è nel 2022 e nel 2023 che potremmo vedere una crescita più solida in questo tipo di vendite", aggiunge.

Sulla stessa linea di American Express, la Global Business Travel Association prevede che i viaggi aziendali torneranno ai loro ultimi valori migliori entro la fine del 2024, a causa del ritorno alle riunioni in presenza dopo quasi due anni di videoconferenze.

Visa è chiara: l'industria dei viaggi tornerà presto al suo meglio

Da parte sua, Visa arriva a registrare una crescita del 40% nelle vendite di cross boder nei mesi di ottobre e novembre 2021, dato che le restrizioni alla mobilità vengono rimosse dalla maggior parte dei territori. Vasant Prabhu, vicepresidente e direttore finanziario della società, ha detto: "La tanto attesa riapertura delle frontiere è avvenuta prima del previsto, ma il consumatore ha reagito molto rapidamente". "Ci aspettiamo che i pagamenti internazionali continuino a crescere per tutto il 2022 fino a raggiungere i livelli del 2019 entro l'estate del 2023", aggiunge il presidente e amministratore delegato Alfred Kelly. 

Anche le cifre di VISA non sono da meno: le vendite transfrontaliere sono aumentate del 102% rispetto all'anno precedente e sono già al 72% delle cifre del 2019. Le transazioni relative alle vendite di picco annuali sono già al 40% delle vendite del 2019 nello stesso momento.

Mastercard sembra essere la più ottimista

Ultimo ma non meno importante: Mastercard. L'utile netto del marchio cresce del 27%, ovvero cinque miliardi e mezzo di dollari nel quarto trimestre del 2021. In questo caso, l'amministratore delegato della società, Michael Miebach, afferma che "il settore del turismo e le vendite ad esso associate (transfrontaliere) recupereranno i valori pre-2019 entro la fine di quest'anno", rendendo la società finanziaria la più ottimista delle tre.

Vendite cross-border, la chiave per la ripresa del settore turistico

Le vendite cross-border sono un indicatore chiave per misurare la ripresa del settore turistico: includono le transazioni effettuate con determinati metodi di pagamento al di fuori del territorio nazionale di riferimento e possono essere utilizzate per tenere traccia della mobilità dei capitali tra i paesi.

Stai ottimizzando le vendite cross-border nel tuo business? Che dici? Non sai come? Non preoccuparti, sei nelle mani giuste. Come partner finanziario esperto dal 2009, la gestione dei pagamenti cross-border è una delle nostre soluzioni di punta, aiutando le piccole e grandi imprese a ottimizzare al massimo la loro conversione. Ti presentiamo i metodi di pagamento alternativi con i quali puoi offrire il meglio ai tuoi clienti più internazionali.

Come offrirli? Grazie al gateway di pagamento PayXpert, puoi offrire più di 25 metodi di pagamento alternativi, compatibili con più di 100 valute diverse, con cui puoi offrire ai tuoi clienti internazionali la possibilità di effettuare i loro acquisti con il loro metodo di pagamento abituale. Falli sentire a casa a migliaia di chilometri di distanza dal loro paese, grazie ad un potente strumento di tecnologia finanziaria, e ottimizza le vendite cross-border nel tuo business. 

Pinterest LinkedIn
Guide practica (IT)
Nueva llamada a la acción

Cerca

    Categorie

    Vedi tutti